Servizi professionali per tutte le parti in causa:  il debitore, l’acquirente e il creditore

Nel 2017 in Italia si sono registrate circa 230.000 aste immobiliari ed il 29% degli immobili in asta sono stati aggiudicati con un valore di aggiudicazione che si stima in media del 56% inferiore rispetto al valore iniziale di perizia. Nel 2018 il numero di immobili del segmento residenziale messi all’asta ha registrato un ulteriore incremento del 4%, secondo i dati pubblicati dai siti ufficiali dei tribunali, degli istituti di vendita giudiziaria, dalle associazioni notarili e dai siti ufficiali autorizzati dal ministero di Giustizia.

Da un lato le istituzioni finanziare, che detengono la maggior parte dei crediti deteriorati, devono attuare una nuova strategia per abbattere questo stock attraverso un’efficace gestione dei collateral immobiliari anche in considerazione della forte concentrazione della componente ‘real estate secured’ nei portafogli NPL.

Dall’altro ci si trova davanti ad un mercato, quello del segmento distressed assets, che presenta una pluralità di criticità: il debitore si trova in difficoltà e ha bisogno di una guida professionale e trasparente; per l’acquirente è difficoltoso orientarsi tra le diverse offerte e confrontarsi con un apparato burocratico complesso; i creditori hanno la necessità di sveltire i processi e aumentare i ricavi diminuendo le spese delle procedure.

“Davanti a questo scenario ci siamo domandati come avremmo potuto operare e abbiamo trovato una risposta concreta che ci ha portato ad implementare un progetto, sicuramente ambizioso, ma realizzabile grazie alla capillarità del nostro Network e alla professionalità dei consulenti affiliati – dichiara Alessandro Bianchi, CEO di RE/MAX Corporate, divisione del gruppo RE/MAX Italia dedicata ai servizi immobiliari per grandi clienti –  “Nel mese di febbraio 2019 abbiamo presentato alla rete di agenzie immobiliari RE/MAX affiliate in Italia – circa 400 – il progetto RE/MAX Auction Point. In soli due mesi è stata formalizzata l’apertura di oltre 120 RE/MAX Auction Point, corner specializzati nella gestione attiva di Npl e Utp secured e ubicati all’interno delle agenzie del network RE/MAX Italia.”

I RE/MAX Auction Point sono dedicati al mondo dei distressed asset (immobili posti a garanzia di Npl e Utp, immobili ex leasing, immobili inseriti in procedure concorsuali) e sono presidiati da consulenti specializzati nei diversi segmenti di riferimento: residenziale, terziario, produttivo, commerciale, destinazioni specialistiche.

I consulenti che hanno aderito al progetto stanno seguendo un percorso di formazione dedicato che prevede tre distinti livelli per l’ottenimento della certificazione RE/MAX DAS (Distressed Asset Specialist).

I servizi offerti dai RE/MAX Auction Point sono stati studiati per dare risposte concrete alle esigenze dei diversi players che operano nel settore e comprendono Broker Opinion of Value specialistiche, Mandati a vendere finalizzati al saldo e stralcio (Borrower cooperation agreement), Auction facilitation, affiancamento ad attività di Reoco e affiancamento all’investitore/acquirente in tutte le fasi di acquisto in asta (compresa eventuale partecipazione con modalità di asta telematica).

“Per i grandi clienti che si rivolgono a RE/MAX, il progetto RE/MAX Auction Point costituisce un reale valore aggiunto legato alla possibilità di mantenere un rapporto qualificato con un solo interlocutore – l’ufficio Centrale RE/MAX Corporate con sede a Milano – e contemporaneamente ricevere un servizio professionale ed omogeneo su tutto il territorio italiano” – continua Alessandro Bianchi. “Da oggi banche, fondi di investimento e servicer potranno avvalersi su tutto il territorio nazionale di 120 RE/MAX Auction Point all’interno dei quali sono operativi oltre 300 RE/MAX Das (Distressed Asset Specialist) che operano in sinergia con gli oltre 3.620 consulenti immobiliari del network RE/MAX Italia e con i 126.000 consulenti immobiliari di RE/MAX International operativi in oltre 100 nazioni”.