Anche se per il secondo anno consecutivo la celebre Oktoberfest di Monaco di Baviera non si terrà, non vi rinuncia l’impresa italiana Löwengrube, catena di ristoranti che deve il suo successo proprio all’intuizione di aver importato e promosso in Italia all’interno dei suoi locali l’esperienza autentica della celebre manifestazione. Con stube, klein e wagen – i tre diversi format proposti dal marchio – Löwengrube propone infatti ambienti, atmosfere, birre e piatti autentici bavaresi, in una sorta di Oktoberfest permanente.

Dal 15 settembre e fino a fine ottobre gli Italiani – storicamente tra i più numerosi visitatori della celebre fiera che prima della pandemia richiamava oltre 6 milioni di turisti ogni anno – potranno brindare all’Oktoberfest nei locali della catena nata nel 2005 con il primo locale alle porte di Firenze, per iniziativa dei giovani imprenditori italiani Monica Fantoni e Pietro Nicastro.

Oggi i punti vendita della rete – che a dispetto del nome è italianissima – sono diventati 27, dal Piemonte alla Puglia, dal Veneto alla Sardegna e la sete di nuove aperture non si placa. Il programma è stato solo rallentato dalla pandemia e, dopo quasi un anno di stop forzato, è ripreso il piano di sviluppo quinquennale che prevede di triplicare il numero dei locali: in primavera hanno aperto la prima stube Löwengrube all’estero, all’interno dell’Arena Center di Tirana, che ospita anche il primo stadio albanese per capienza, e a Modena la più grande Bierstube Löwengrube d’Italia, con numeri da record.

A inizio settembre un nuovo punto vendita – il secondo in Friuli Venezia Giulia – ha aperto invece all’interno del Tiare Shopping di Villesse.

E nuove aperture sono previste ancora entro il 2021, per la catena di ristoranti birrerie arrivata a impiegare oltre 400 persone in tutta Italia.

L’azienda, che nonostante la chiusura dei locali al pubblico non ha mai smesso di lavorare sui piani di sviluppo impegnandosi nella creazione di nuove opportunità e servizi per i franchisee e per i clienti, continua a investire per sostenere l’espansione della rete, con locali in franchising e a gestione diretta, anche partecipando alle principali fiere del franchising. Proprio nei prossimi giorni parteciperà al MAPIC Italy, l’evento più importante dedicato al mercato immobiliare commerciale in Italia, con uno spazio dedicato nel Superstudio Maxi di Milano in cui promuovere l’unico format del settore Food in grado di unire tradizione bavarese e cuore italiano. Dal 21 al 23 ottobre sarà la volta del Salone del Franchising a Milano e a fine novembre del MAPIC di Cannes, evento strategico per intercettare opportunità di nuove aperture all’estero.